Categoria: Giorgio de Chirico

“[…] il tempo non esiste e […] sulla grande curva dell’eternità il passato è uguale all’avvenire. […] e ogni notte il sogno, nell’ora più profonda del riposo, ci mostra il passato uguale al futuro, il ricordo si mischia alla profezia in un’unione misteriosa. Malgrado ciò, forse proprio a causa di ciò, ci sono dei momenti in cui diventiamo tristi pensando agli amici cari che non vediamo più da molto tempo; voi siete tra loro […]”

Leggi di più

Scritti di de Chirico

Una delle principali attività della Fondazione è di provvedere alla pubblicazione di testi inediti e alla riedizione degli scritti storici di Giorgio de Chirico. La traduzione dell’opera letteraria in lingue straniere è un mezzo...

Leggi di più

de Chirico e Picasso

Interrogo Giorgio de Chirico sui novant’anni di Picasso: Mi dica, maestro lei l’ha conosciuto? Conosciuto, conosciuto! L’ho visto qualche volta, certo. Molti credono che a Parigi stessi tutto il giorno fra Picasso, Apollinaire e...

Leggi di più

Collezione

La Collezione consta di circa 600 opere di pittura, scultura e lavori su carta che datano dal 1925 al 1976 e che formano un insieme rappresentativo dei diversi periodi tematici e stilistici del lavoro di de Chirico. La Fondazione ha continuato negli anni ad arricchire il suo patrimonio con acquisizioni che mirano ad ampliare il panorama sull’opera dell’artista. In questa sezione è presente una scelta di opere rappresentative della collezione.

Leggi di più

Le nature morte

La natura morta ha nella lingua tedesca e nell’inglese un altro nome, molto più bello e molto più giusto. Questo nome è: Still leben, e: Still life: “vita silenziosa”. È un quadro, infatti, che rappresenta la vita silenziosa...

Leggi di più

Gustave Courbet

Prendiamo la parola “poeta”, nel suo senso etimologico: “colui che fa, che compie, che crea”; vogliamo aggiungere ancora un verbo attivo, anzi attivissimo: “che realizza”. Per un tale uomo gli aspetti del mondo, così come le...

Leggi di più

Giorgio Morandi

Non siamo un popolo fatto per impinguire nella vita borghese. Il più ricco e soddisfatto dei nostri borghesi ha sempre nell’imo fondo della sua natura qualcosa di più inquieto e scontento del più povero contadino figlio di paesi...

Leggi di più
Caricamento in corso