La Fondazione Giorgio e Isa de Chirico partecipa con tre opere della sua collezione al progetto mostra Quirinale Contemporaneo che presenta il patrimonio artistico nazionale nelle storiche sale della “Casa degli Italiani”. Due dipinti del periodo cd. neometafisico di Giorgio de Chirico, Archeologi (1975) e La Coorte invincibile (1973), e la scultura monumentale Gli Archeologi (1968), in comodato d’uso triennale, sono allestite insieme ad una settantina di opere pittoriche, sculture, disegni e oggetti di design italiano dal dopo guerra ad oggi. Il percorso espositivo, a cura di Renata Cristina Mazzantini, è aperto al pubblico con le consuete modalità di visita del Palazzo: “Qui c’è l’Italia dei nostri nonni ma anche dei nostri figli” spiega la curatrice.

Ugo Zampetti, Segretario generale della Presidenza della Repubblica, così descrive l’iniziativa: “Non è una mostra permanente, è la vita stessa del Palazzo che prosegue aprendosi alla creatività”.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella precisa: “Il Quirinale è un luogo non soltanto che testimonia – perché raccoglie storia e arte – ma è un luogo che vive nel corso del tempo, dove si sono svolte, nel passato, vicende storiche importanti per il nostro Paese e dove continuano a svolgersi i momenti della vita delle istituzioni nel nostro Paese”.

Catalogo Quirinale contemporaneo, a cura di Renata Cristina, Mazzantini, fotografie di Massimo Listri, Treccani, Roma 2019

Cartella stampa:

Così il Quirinale sposa l’arte contemporanea, Laura Larcan, «Il Messaggero» 31 maggio 2019

Creatività nuova al Quirinale, Eduardo Sassi «Corriere della Sera» 31 maggio 2019

L’arte contemporanea invade il Quirinale, Concetto Vecchio, «La Repubblica» 31 maggio 2019